iten

Capire il brand per fare branding-seconda parte

Perché costruire un buon brand

Sancito cosa sia un brand, cerchiamo di capire perché valga la pena investire tempo e risorse nella suo buona realizzazione. Le motivazioni che dovrebbero indurre l’azienda a creare un brand forte e convincente sono tre:

1)Differenziarsi dai competitors
Un brand forte permette di differenziarsi dalla concorrenza, divenendo un immediato elemento distintivo.

2)Difendersi dai competitors
Un brand forte permette di difendersi dalla concorrenza, poiché valorizza i punti di forza dell’azienda e contrasta, in tal modo, la forza dei competitors.

3)Farsi notare dall’audience
Un brand forte permette di farsi notare dal pubblico: una notorietà che non necessariamente deve puntare su audience estese. Spesso è infatti preferibile farsi notare da meno persone, ma più specificatamente legate al target di riferimento.

Nike: un bell’esempio di un brand forte e distintivo

Vantaggi del brand: rassicura il cliente!

Introdotto quanto sopra, cerchiamo di elencare alcuni vantaggi che consentono di poter rompere qualsiasi indugio, investendo risorse e energie sull ’individuazione di un miglior brand. Avviamo l’approfondimento in questa puntata, per chiuderlo nelle prossime due.

 Il primo vantaggio che vogliamo illustrare è certamente relativo all’aspetto rassicurante che il brand può indurre nel cliente.
Un brand forte e riconoscibile rassicura il cliente poiché ispira fiducia: a sua volta, la fiducia sarà realizzata gradualmente, nel tempo, attraverso positive esperienze di acquisto dei prodotti e di fruizione dei servizi, oltre che mediante esperienze “indirette” (come ad esempio i commenti sentiti sui social network, i pareri di altre persone che si ritiene affidabili, o ancora notizie captate sui principali media).

La fiducia e la capacità di rassicurare il cliente vanno ben al di là della qualità intrinseca del prodotto, implicando di fatti la consapevolezza che il cliente avrà a disposizione un prodotto valido, in grado di soddisfare le proprie esigenze e, oltretutto, accompagnato da una serie di servizi che lo supporteranno nel pre e (soprattutto) nel post vendita.

Un brand forte serve pertanto a rassicurare il cliente quando acquista quella determinata marca: il cliente infatti sa già cosa trovarsi davanti e, qualora succedano degli imprevisti, sa bene a chi rivolgersi e a chi domandare chiarimenti. Di contro, per l’impresa un brand “rassicurante” permette di poter vantare una solida platea di clienti, fidelizzata per medio lungo termine, e che consentiranno quindi di sostenere investimenti importanti nelle proprie strutture.


In questo breve video realizzato presso lo IED di Firenze si parla di “percezione” del Brand “Made in Italy”, diversa a seconda del paese di riferimento.
Perchè per chi vuole lavorare con l’estero è indispensabile studiare una comunicazione ad hoc pensata per ogni paese ed ogni pubblico.

Nella prossima “puntata”, cercheremo di elencare altri principali vantaggi nel possedere un brand forte.