iten

EGO International Group, il contributo del Lazio all’export nazionale

Il 2016 è stato un anno di svolta per l’export del Lazio, che ha visto le esportazioni crescere del +9,2%.

Fino a poco tempo fa, il Lazio non mostrava grande apprezzamento nei confronti dell’export.

Ma la crescita di interesse sui mercati internazionali nei confronti di alcuni settori, come quello vinicolo e del food & beverage, ha fatto si che anche le eccellenze laziali fossero conosciute sul mercato globale, fornendo un’importante contributo all’export nazionale.

Dopo la spinta iniziale, oggi le imprese della regione partono alla conquista di nuovi mercati, come Cina e Russia, mentre permangono perplessità in merito al mercato USA, dove si attendono gli effetti dell’amministrazione Trump.

Sempre più imprese laziali iniziano a vendere all’estero

Sono sempre di più le imprese agricole laziali che hanno iniziato ad esportare all’estero. Basti pensare al kiwi, prodotto di punta dell’agroalimentare regionale, che sta avendo un inaspettato successo sui mercati esteri, specialmente presso la Grande Distribuzione.
Ma anche altri settori, come quello dei mezzi di trasporto, si stanno imponendo sul mercato globale.

La crescita del fatturato derivante dall’export ha, infatti, portato alla nascita di nuovi posti di lavoro nella logistica e nei trasporti. Molte aziende stanno, infatti, cominciando a strutturarsi con personale in ottica export.

La specializzazione in prodotti di nicchia è la chiave per vendere all’estero con successo e farsi conoscere a livello internazionale. Gli Export Manager di EGO International conoscono queste potenzialità e intravedono importanti margini di crescita per le aziende regionali, che ancora sfruttano solo una minima parte delle loro reali potenzialità.

EGO International, da anni al fianco delle aziende che vogliono affacciarsi ai mercati esteri, affianca i clienti con Export Manager esperti e qualificati.
Per molte aziende medio-piccole, infatti, i mercati esteri sono un territorio ancora sconosciuto. Si tratta però di uno sbocco importante, che unito alle opportunità offerte dal mercato interno, potrebbero aumentare il business delle aziende italiane.

Per un ulteriore approfondimento leggi qui.