iten

Evasione fiscale: la metà tra Pmi e autonomi

La metà dell’evasione fiscale in Italia è colpa delle Pmi, che hanno evaso nel 2011 13,5 miliardi di euro, su un totale di 30,4 miliardi di evasione da imposte accertata dal Fisco. A rivelarlo è l’ Agenzia delle Entrate che ha diffuso il risultato dei 697.248 accertamenti eseguiti nel corso del 2011: il 52% ha riguardato piccole imprese (25%) e lavoratori autonomi (27%).

Più in particolare oltre mezzo milione di controlli fiscali sono stati effettuati su persone fisiche e 178.263 su piccole imprese e autonomi; 16.080 imprese di medie dimensioni e 2.763 grandi contribuenti. In generale, nel 2011 l’Agenzia ha recuperato dall’evasione fiscale 12,7 miliardi di euro, pari al +15,5% sul 2010 che si era chiuso con un recupero da parte del Fisco di 11 miliardi di euro. Sul totale i versamenti diretti ammontano a 8,2 miliardi arrivano (contro i 6,6 del 2010) e il riscosso da ruoli a 4,5 miliardi (+2,3% nonostante le note vicissitudini legate alle attività di recupero da parte di Equitalia).

Fonte: Pmi.it