iten

Expo 2015 e vantaggi per le imprese italiane: perché bisogna sfruttare al meglio l’evento milanese

Manca ancora un anno all’Expo 2015, l’Esposizione Universale che si terrà a Milano e che, per caratteristiche stesse dell’evento, potrà certamente rappresentare una ghiotta occasione per tutte le imprese italiane che desiderano potersi avvantaggiare dei benefit insiti nell’iniziativa.

Qualche numero sull’evento

Mai come nel caso dell’Expo Milano 2015 qualche numero sull’evento potrà ben rappresentare la portata del fenomeno. Per comprendere perché le imprese italiane potrebbero trarre vantaggio dall’iniziativa, si pensi ad esempio che:
 – si attende un flusso di 20 milioni di visitatori, equivalenti ad altrettante opportunità di business nazionale e internazionale. Di tale ampia platea, 4-5 milioni saranno i visitatori esteri, con una permanenza media di 2-3 giorni per la visita del villaggio Expo 2015 e di 5-6 giorni totali sul territorio nazionale.
– la produzione attivata dal solo evento è stimata in 69 miliardi di euro, per un valore aggiunto di 29 miliardi di euro spalmato su un orizzonte temporale di 10 anni, e con beneficio sul prodotto interno lordo pari allo 0,18%.

 

          Saranno coinvolti dall’iniziativa tutti i settori dell’economia italiana, dall’edilizia al turismo, dalla gestione e la promozione di eventi alla ristorazione, passando per i servizi e, naturalmente, per l’agricoltura è quindi inutile dire che i vantaggi dell’EXPO 2015 saranno innumerevoli.

I settori più coinvolti

Sebbene, come premessa, l’Expo 2015 Milano possa interessare in misura significativa tutti i settori commerciali e industriali, riteniamo doveroso spendere qualche valutazione più approfondita per quanto concerne i due settori che dovrebbero poter trarre i maggiori vantaggi dall’evento in corso di arrivo.

Agricolo e agroalimentare. Sul perché il settore agricolo e agroalimentare debba essere considerato quale elemento prioritario nella lista degli oggetti di riferimento dei vantaggi legati all’Expo 2015, vi è tanto da affermare. Fin dal tema stesso dell’Expo milanese (“Nutrire il pianeta, energia per la vita” / “Feeding the planet, energy for life”) appare chiara come al centro dell’iniziativa vi possa essere la biodiversità e la qualità dei prodotti della terra. Ne consegue che le numerose imprese presenti nel comparto dovranno cerchiare di rosso il calendario di avvicinamento all’evento.

Turismo e alberghiero. Con il flusso di visitatori previsti, è probabile che Milano e l’Italia intera possa trarre vantaggio dall’Expo 2015, per diversi anni dell’indotto naturale di viaggiatori che l’evento sarà in grado di attirare. Non mancano, da questo punto di vista, delle iniziative collegate utili per prolungare l’effetto benefico dell’appuntamento universale. Realizzando un rapido calcolo sui flussi attesi, è probabile che il solo evento Expo 2015 possa attirare circa 25 / 30 milioni di pernottamenti nelle strutture ricettive tricolori.

Sarà quindi determinante “farsi trovare pronti” all’iniziativa, facendo in modo che l’Expo 2015 e la partecipazione ad esso siano degli indispensabili biglietti da visita per il successo internazionale. Nelle prossime settimane cercheremo di esplorare in maniera più dettagliata tutti i vantaggi legati direttamente e indirettamente all’Expo, con focus settoriali estesi al tema delle energie rinnovabili, dell’edilizia e degli altri comparti che riteniamo possano trarre maggior fortuna dell’Esposizione Universale