iten

EXPO2015: EGO INTERNATIONAL GROUP PARTECIPA A “CIBUS è ITALIA”, L’ECCELLENZA DEL FOOD ITALIANO NEL PADIGLIONE DELL’ INDUSTRIA ALIMENTARE

Presentato  a Milano uno degli eventi più attesi dell’anno in ambito Food: si tratta di “Cibus è Italia” a cui EGO International Group, azienda italiana leader nei servizi per l’internazionalizzazione delle imprese, ha partecipato come ospite attivo.Il padiglione Expo Federalimentare dove, in uno spazio di 5.000mq, i 1.000 marchi del Made in Italy alimentare accoglieranno milioni di visitatori e oltre 2.000 operatori professionali esteri è un’ occasione per sostenere l’export italiano con l’obiettivo di raddoppiarlo nei prossimi anni.

200 aziende chiave del settore, con i loro 1.000 marchi, si racconteranno in EXPO 2015 condividendo opinioni e opportunità di business. Il padiglione è una delle strutture più grandi dell’Esposizione e si sviluppa su due piani espositivi più una terrazza per incontri ed eventi cui gli Export Manager dell’azienda riminese prenderanno parte attivamente.

L’obiettivo dell’evento è di presentare al mondo lo straordinario paesaggio produttivo Made in Italy: la storia, la tradizione, il saper fare e la bontà dei prodotti alimentari del Bel Paese: si svilupperanno rapporti tra PMI, grandi imprese e le eccellenze del territorio e del Food Italiano. I visitatori potranno fruire di un meraviglioso percorso di edu-entertainement che li accompagnerà all’interno i prodotti italiani più amati e conosciuti per conoscere la loro origine e i segreti della loro qualità.

Contemporaneamente, grazie alla presenza di ICE e al know how di CIBUS, migliaia di operatori internazionali potranno terminare questo percorso, iniziato nel padiglione, sulla terrazza riservata al business matching e meetings con le aziende e quindi nei territori dove saranno ospitati dopo la visita ad EXPO. EGO International Group sarà quindi testimone del progetto strategico del nostro paese ovvero quello di raddoppiare l’export agroalimentare nei prossimi anni e quindi i fatturati delle aziende. L’ISTAT afferma che il peso delle esportazioni sul fatturato del genere alimentare è quasi raddoppiato in dieci anni, passando dal 13% del 2003 al 20% del 2013, per un valore di trentatré miliardi di euro, compensando in parte l’effetto della recessione costante dei consumi interni (-14 punti dal 2007, -3% solo nel 2013).

Il grande padiglione collettivo corporate “Cibus è Italia” sarà un punto di riferimento qualificato e corale in un’Esposizione Universale che, per la prima volta, tocca il tema della nutrizione del pianeta, raggiungendo un livello d’attenzione mai conseguito prima: 144 Paesi espositori, un record assoluto, 20 milioni di visitatori attesi (12 milioni dall’Italia, 6 milioni dall’estero, rispettivamente 3 milioni dall’Europa e 3 milioni dagli altri continenti, 1 milione dai soli Stati Uniti d’America).


EGO International Group si trova totalmente d’accordo con le opinioni espresse dal Ministro delle politiche agricole Maurizio Martina che afferma: “Con Expo vogliamo rappresentare la grandezza del patrimonio agroalimentare italiano che vanta una storia, una qualità e una ricchezza straordinarie, frutto anche del profondo legame con i territori di tutto il Paese. Il nostro obiettivo di business è di portare all’attenzione di tutto il mondo per l’intera durata dell’Esposizione la forza del Made in Italy e la sua unicità così da conquistare ancora maggiori spazi all’estero, sfruttando l’enorme potenziale che abbiamo ancora da esprimere”.

Si tratta di un investimento di 10 milioni di euro fatto per le aziende e dalle aziende che credono in questa grande opportunità, che è prima di tutto partecipazione diretta al più grande evento globale sul Food. Qui si presenteranno le più prestigiose produzioni industriali, che non sono solo prodotti, ma sono anche idee che hanno dato alla tradizione italiana un respiro internazionale. Il dinamismo dell’iniziativa è anche rilevato dal forte programma d’incontri di business, i cosiddetti “incomings” di operatori esteri: circa 2000 operatori (retailer, importatori, Horeca, produttori etc.), 11 delegazioni provenienti da 30 diversi Paesi. Dopo aver visitato Expo2015 e partecipato a workshop con le aziende italiane sulla terrazza di “Cibus è Italia”, i nostri Export Manager si sposteranno sui territori per visitare le aziende, in gruppi suddivisi per filiera produttiva d’interesse. Al padiglione si affiancherà anche una piattaforma on-line, sviluppata in collaborazione con eBay, per consentire ai visitatori di acquistare i prodotti esposti durante e dopo EXPO.

Il padiglione “Cibus è Italia” è suddiviso in 15 zone tematiche rappresentative delle filiere e dell’eccellenze italiane: Latte e Formaggi, Filiera della carne bovina, Riso, Pasta, Dolci & Snack, Pomodoro e Vegetali, Design&Comunicazione, Carni Suine e Salumi, Aceti e condimenti, Olio, Tecnologie di Produzione Sostenibili, Bere Italiano, Filiera Avicola e Territori. A esse si aggiungerà la presenza di altri anelli della catena del valore alimentare Made in Italy, come l’eccellenza meccano-agricola rappresentata nell’area dedicata Federazione Nazionale Costruttori Macchine per l’Agricoltura).

La scenografia prevede macro architetture organiche, che suddividerà lo spazio, creando i percorsi di visita e aree integrate sul piano visivo e tassonomico dove il visitatore sarà immerso grazie alle tecniche di proiezione interattiva e 3D live. I contenuti saranno costruiti insieme a ciascun’azienda, che racconterà la propria storia, il proprio saper fare, i propri prodotti e le loro caratteristiche. Sarà un viaggio multi-mediale nel paesaggio produttivo italiano, dove EGO International avrà l’occasione di incontrare imprenditori orgogliosi della loro tradizione di cui il nostro Paese è diventato la patria dell’alta qualità e dei DOP, IGP, BIO, nonché di brand molto rilevanti in tutto il mondo. La politica di EGO International sposa in tutto e per tutto quella dell’evento: Cibus è un evento molto importante per chi offre servizi di internazionalizzazione, è un’occasione per risvegliare le coscienze, un luogo dove le imprese alimentari possono raccontare chiaramente a milioni di persone il loro impegno quotidiano per regalare prodotti non solo buonissimi e rispettosi della tradizione, ma anche certificati e sostenibili.