iten

Export alimentare: Verona, Cuneo e Parma primi esportatori

L’esportazione del cibo italiano nel mondo vale 38 miliardi di euro, con un incremento annuale del 3.8%.  

Il Made in Italy non subisce battute d’arresto, ma anzi è più incisivo che mai. Il settore alimentare è il più apprezzato all’estero e importato dai Paesi più importanti dal punto di vista economico. Tra questi: Germania, Stati Uniti e Russia.

Cosa esportiamo maggiormente?

I prodotti di punta del Made in Italy sono sicuramente l’olio extra vergine d’oliva, il vino, la pasta e i formaggi, ma meritano attenzione anche alimenti come il cioccolato, il caffè e le spezie.

Export alimentare in cifre:

  • Cioccolato, tè, caffè, spezie, piatti pronti: 6.2 miliardi €;
  • Vino: 5.6 miliardi €;
  • Pane, pasta e farinacei: 3.6 miliardi €;
  • Frutta e ortaggi lavorati e conservati, uva e agrumi: 3.4 miliardi €.

Gli aumenti più consistenti si registrano per il cioccolato, il latte, i formaggi, la pesca e l’acquacoltura, per i quali si registra un +6%, seguiti dall’olio, con una crescita pari a +5% e dalla grande varietà di vino, tipica del nostro Paese, che unito alle granaglie, raggiunge un +4%.

Principali importatori Made in Italy

L’export di prodotti alimentari è assorbito principalmente da Germania, Francia, Stati Uniti, Regno Unito e Svizzera. Tutti questi mercati, confermano un trend in forte crescita.

  • Spagna: +7.2%
  • Paesi Bassi: +6.2%
  • Stati Uniti: +5.7%
  • Francia e Germania: +3%

La Germania e la Francia acquistano quasi tutti i prodotti del Made in Italy; gli Stati Uniti prediligono il vino, le acque minerali e gli oli; la Spagna il pesce fresco e acque minerali. A questi si aggiunge la Grecia, che importa molti alimenti per animali, così come le Filippine.

Il Made in Italy non incontra confini. Infatti, è molto apprezzato anche in Giappone, che si trova al 10° posto quale importatore di prodotti italiani; Canada all’11° posto; Australia al 16° e la Cina al 20°, ma con una richiesta in sostanziale crescita.

L’export italiano aumenta soprattutto nei confronti di:

  • Romania: +16%
  • Repubblica Ceca: +13%
  • Russia: +10%

La Romania importa grandi quantità di cioccolato, caffè, piatti pronti e pesce lavorato, mentre la Russia alimenti per animali. La Corea del sud si sta imponendo come importatore di prodotti da forno e lattiero caseari, l’Austria e l’Arabia Saudita per uva e agrumi, la Cina per gelati e oli, la Libia per frutta e ortaggi, Hong Kong per le carni, Etiopia e Kenya per le granaglie.

Paesi italiani protagonisti export alimentare

I paesi che esportano più prodotti Made in Italy sono sicuramente:

  • Verona: specializzata in produzioni vinicole e dolciarie (2.9 miliardi €)
  • Cuneo: conosciuta per dolci e merendine (2.5 miliardi €)
  • Parma: salumi e formaggi (1.6 miliardi €)
  • Bolzano: con 1.5 miliardi €
  • Milano: 1.4 miliardi €

Questi dati, confermano il Made in Italy come protagonista mondiale del settore alimentare e incide positivamente sull’economia italiana.

Hai bisogno di aiuto?

Saremo felici di aiutarti. Contattaci subito

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato sulle nostre novità

Apri le porte a nuovi mercati. Contattaci subito.

Headquarters

Al odaid office tower

MFG Supply S. Ltd

5 Penn Plaza

Moscow Nordstar Tower

Hanover Podbi 333 Center