iten

Notizie Export by EGO International: il ruolo delle micro imprese

L’export non è prerogativa delle sole grandi imprese, anzi. Stando a quanto afferma un recente report dell’Ufficio studi della Cna, infatti, le piccole e medie imprese che esportano i propri prodotti all’estero sono circa 187 mila, per un controvalore del business internazionale pari al 54 per cento dell’export totale.

Sempre secondo l’analisi fornita dalla Cna, la metà della quota in mano alle pmi (il 25,7%) è contraddistinta da imprese con pochi addetti (meno di 10), fortemente specializzate e in grado di spingere il proprio prodotti su specifici target esteri.

Per quanto attiene l’export delle pmi italiane all’estero, si conferma il fortissimo appeal globale del made in Italy dei mobili, degli oggetti preziosi artigianali, degli articoli sportivi, degli strumenti musicali, dei giochi e ancora del tessile e dell’abbigliamento o della meccanica.

 

Ancora, sul fronte dei mercati di destinazione, a prevalere sono soprattutto i mercati europei, in grado di assorbire il 71,6 per cento dei traffici commerciali internazionali. A seguire l’Asia, le Americhe e l’Africa, con quote rispettivamente pari al 10,9 per cento, all’8,3 per cento e al 7,9 per cento.

Prevalgono dunque i mercati più vicini, sebbene la Cna abbia affermato che “la distanza geografica non appare un limite all’operatività delle micro imprese sui mercati esteri che vantano una proiezione internazionale non dissimile da quella delle imprese maggiori”.

EGO International aiuta PMI ad aumentare il loro business, lavorando su mercati esteri. Contattaci per maggiori informazioni a marketing@egointernational.it