iten

Export in buona crescita anche ad agosto

 

Anche nel corso del mese di agosto le esportazioni italiane sono cresciute con un ritmo soddisfacente. Merito di una buona performance sul mercato europeo, e della continua attrattività che i nostri prodotti possono garantire su fronte extra continentale. E così, complessivamente, l’export tricolore è riuscito a crescere del 3,9 per cento su base mensile e – soprattutto – dell’8,4 per cento su base annua.

 

In particolare, le esportazioni italiane nel continente sono aumentate del 3,1 per cento, grazie – prevalentemente – al contributo dell’assorbimento riscontrato in Francia e, soprattutto, nel Regno Unito, dove il made in Italy ha consolidato un boom in doppia cifra. Per quanto concerne i settori merceologici più dinamici, positivo lo sviluppo di macchinari, farmaceutica e chimica. Meno bene i computer e gli autoveicoli.

Come conseguenza ulteriore dell’incremento del 14 per cento dell’export extra Ue, il saldo commerciale italiano nel mese di agosto è diventato pari a quasi 600 milioni di euro, contro un massivo di quasi 3 miliardi nello stesso mese del precedente 2011. Tra gennaio e agosto il saldo globale attivo nazionale è di 3,8 miliardi di euro, controbilanciando almeno parzialmente le cattive contribuzioni al Pil da parte di consumi e investimenti.

Si tenga infine conto, a margine statistico, che le esportazioni italiane che tirano maggiormente i carri commerciali sembrano essere quelle di maggiore valore unitario: a conferma di ciò, l’evidenza che in termini di volumi l’export di agosto è cresciuto del 2,8 per cento, con controvalori medi praticamente doppi.