iten

Export in crescita del 16% verso gli Emirati Arabi Uniti

Ancora grandi soddisfazioni per le imprese italiane che esportano negli Emirati Arabi Uniti. Stando a quanto affermano i dati riportati dalla Camera di commercio italiana negli Eau (Iccuae), successivamente elaborati dall’ufficio Ice di Dubai, nel corso del 2012 l’export tricolore verso gli Emirati sarebbe cresciuto del 16,52%.

 

Stando al console generale Giovanni Favilli, “l’Italia e’ tornata a superare il livelli del 2008, l’anno del boom, degli eccessi di Dubai ed e’ un grande segno di ottimismo (…) il clima economico piu’ sano di Dubai e quello di crisi in Italia aprono opportunita’ al valore aggiunto che l’imprenditoria italiana puo’ contribuire a questi mercati”.

Secondo quanto ha invece affermato Mauro Marzocchi, segretario della Iccuae, “la variazione 2010-2011 aveva già segnato +28%, un incremento delle esportazioni che sfiora il 50% nell’ultimo biennio”, rendendo così l’Italia come il settimo esportatore mondiale e il terzo esportatore europeo. Per quanto concerne i principali settori in termini di dinamismo, il settore della gioielleria – con il suo + 44,69% – è quello che riesce a crescere in maniera più vigorosa, seguito da “computer ed elettronica” (+ 41,34%), e da quello “metalli e lavorati” (+ 29,65%).

Il più elevato volume di export in termini assoluti è invece quello “macchinari e strumentazioni” (+ 3,73% a 1,3 miliardi di euro). Su base regionale, i territori italiani con la percentuale di crescita più elevata sono Basilicata (+336,18%), Liguria (+218,37%) e Abruzzo (+81,96%). In termini assoluti, le regioni con il bilancio più positivo sono invece Lombardia, Toscana e Veneto.