iten

Export in forte crescita a gennaio 2013

L’Istat ha pubblicato gli ultimi dati ufficiali relativi all’export italiano nel mondo. Stando a quanto comunicato dall’Istituto, le esportazioni sarebbero aumentate del 3,9 per cento rispetto a dicembre 2012, mentre rispetto allo stesso mese dell’anno precedente il boom sarebbe stato addirittura del 17,7 per cento, contro una diminuzione delle importazioni del 5,6 per cento, a ulteriore miglioramento della bilancia commerciale.

 

In tal proposito, miglioramenti molto significativi della bilancia verso i paesi Extra UE, con un dimezzamento del deficit a 2,3 miliardi di euro, grazie a una ottima contribuzione del surplus dell’interscambio di prodotti non energetici, passato da 869 milioni di euro del 2012 a 2,9 miliardi di euro nel 2013. Per quanto concerne un’analisi settoriale, la crescita delle esportazioni ha interessato ogni raggruppamento di beni, con la sola eccezione dell’energia, con una flessione del 25,9 per cento. Per quanto invece riguarda i più dinamici mercati di destinazione, l’incremento più rilevante riguarda l’area Asean (+32,2 per cento), Opec (+26,1 per cento), Giappone (+25,6 per cento), Cina (+24,6 per cento), Eda (+22,9 per cento) e Stati Uniti (+20,2 per cento).

Sul fronte dell’import, forti flessioni dal Giappone (-32,1 per cento), Opec (-19,6 per cento) e Stati Uniti (-16,9 per cento), mentre deciso aumento per l’import da Turchia (+25,9 per cento), Russia (+23,6 per cento) e Svizzera (+23,5 per cento).