iten

MIPAF e eBay contro la contraffazione di prodotti alimentari italiani

Novità per il web italiano: dal Ministero delle politiche agricole alimentari, da eBay e dall’Associazione Italiana Consorzi Indicazioni Geografiche arriva una buona ventata di novità in materia di tutela e di valorizzazione delle produzioni agroalimentari DOP  e IGP sulla piattaforma di marketplace più famosa del mondo.
Siglato poche ore fa, il protocollo di intesa tra le tre parti punta infatti a rafforzare la promozione e l’information sui prodotti italiani DOP e IGP, eccellenze del comparto alimentare, proteggendo altresì i consumatori che si avvalgono della piattaforma eBay e quindi del web italiano per poter effettuare degli acquisti di alimenti made in Italy.

Come funziona il sistema di tutela contro le truffe e le contraffazioni

Andiamo a spiegare meglio come funziona il web italiano; ill protocollo ha un sistema di funzionamento piuttosto ampio, che si avvale della collaborazione delle parti sottoscrittrici.
In particolare, attraverso il Programma di verifica dei diritti di proprietà (il c.d. VeRO, Verified Rights Owner), una rete che può contare su più di 37 mila utenti attivi e che permette di segnalare eventuali variazioni sui diritti di proprietà intellettuale, il Dipartimento dell’Ispettorato centrale della tutela della qualità e della repressione frodi dei prodotti agroalimentari del Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali – unitamente con l’AICIG – si impegna a inviare a eBay le “notifiche di violazione di diritti di proprietà intellettuale in relazione alle produzioni DOP e IGP”.

Contemporaneamente, eBay si impegna a rimuovere tutti quegli annunci che contengono delle violazioni relative ai prodotti DOP e IGP, mentre l’Ispettorato repressione frodi attiverà le procedure di protezione dei prodotti su tutto il territorio dell’Unione Europea, in automatico, per il blocco della commercializzazione dei prodotti contraffatti rilevati.

 

Le dichiarazioni

Maurizio Martina, Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali, ha dichiarato che “questo protocollo si inserisce nel più ampio contesto di azioni strategiche che stiamo mettendo in campo per la tutela e la valorizzazione del Made in Italy agroalimentare. Con l’intesa con eBay interveniamo su due fronti: fermare i falsi e promuovere le eccellenze autentiche.

Avremo la possibilità di segnalare tempestivamente le violazioni sulle indicazioni geografiche, lottando anche contro l’Italian sounding. Allo stesso tempo promuoviamo la conoscenza da parte degli utenti della Rete dei nostri prodotti di qualità e la presenza commerciale delle nostre vere DOP e IGP.  Non dimentichiamo che l’Italia è leader in Europa con 264 prodotti riconosciuti, con un fatturato al consumo nazionale di quasi 9 miliardi di euro. Queste cifre possono crescere ancora se recuperiamo gli spazi occupati ora dai falsi”.

Il peso dei prodotti italiani d’eccellenza

Secondo le statistiche comunicate dallo stesso Ministero, oggi i prodotti DOP e IGP italiani pesano per il 40% dell’intera produzione a denominazione comunitaria, generando un fatturato di 7 miliardi di euro che, tuttavia, sarebbe ben superiore se la contraffazione delle eccellenze Made in Italy agro alimentari venisse ancor più limitata.