iten

Nel settore salumi, l’Italia supera la Germania

L’Italia prima esportatrice mondiale di salumi. Dopo aver superato la Germania, il nuovo obiettivo italiano è crescere in Usa, Canada e Giappone.

Con 1.38 miliardi di euro, l’Italia conquista il mercato mondiale per le esportazioni di preparazioni e conserve suine, diventando primo esportatore mondiale.

Il sorpasso sulla Germania rappresenta un traguardo importante per il nostro Paese, che ha incrementato le esportazioni in Francia, Regno Unito, ma anche in Germania.

Quali mercati conquistare?

L’Italia ora è più competitiva che mai e lo sono soprattutto le aziende che si occupano di produrre salumi. Se altri paesi hanno diminuito le esportazioni verso il Giappone, l’Italia le ha aumentate in misura considerevole.

L’export italiano in Giappone è aumentato del 7%, sottolineando la capacità italiana di intercettare anche target considerati non in linea con la produzione nostrana.

Dove esportare salumi

L’export in Germania è aumentato del 4%, a discapito degli spagnoli.

La Francia ha aumentato la richiesta di salumi italiani, per un valore percentuale del 7%.

Negli ultimi cinque anni, le esportazioni italiane di preparazione e conserve suine hanno registrato un incremento del 27%.

692 milioni di euro derivano dall’export di prosciutti stagionati, 417 milioni di euro dai salami e dagli insaccati, 134 milioni di euro dall’esportazione di prosciutto cotto.

Hai bisogno di aiuto?

Saremo felici di aiutarti. Contattaci subito

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato sulle nostre novità

Apri le porte a nuovi mercati. Contattaci subito.

Headquarters

Al odaid office tower

MFG Supply S. Ltd

5 Penn Plaza

Moscow Nordstar Tower

Hanover Podbi 333 Center