iten

Nuovo record storico per l’export del vino

Stando a quanto emerge da un’analisi Coldiretti compiuta su dati Istat sul commercio estero relativo al primo quadrimestre 2013, se il trend delle esportazioni del vino italiano dovesse essere mantenuto costante anche nei prossimi mesi, il settore potrebbe festeggiare il “traguardo” dei 5 miliardi di euro di spedizioni all’estero della preziosa bevanda.

Una buona notizia che, aggiunge ancora la Coldiretti, si va ad aggiungere ad un’altra utile informazione: la vendemmia 2013 dovrebbe infatti chiudersi con una produzione stimata tra i 42 i e i 44,5 milioni di ettolitri, e con uno sviluppo positivo in tutte le regioni (tranne il Friuli Venezia Giulia).

Con la vendemmia 2013 l’Italia si conferma pertanto come il secondo produttore mondiale di vino dopo i vicini francesi, in cui la produzione dovrebbe aggirarsi intorno ai 46 milioni di ettolitri.

 

Al terzo posto si classifica invece un altro Paese mediterraneo (loa Spagna), seguita dagli Stati Uniti e dalla Cina. Per quanto attiene le performance migliori di settore, a trainare le esportazioni è soprattutto lo spumante italiano, con una domanda in crescita del 19 per cento nel 2013. Oltre la metà del fatturato estero – precisa ancora la Coldiretti – viene indirzzato verso l’Unione Europea, dove l’export cresce del 10 per cento come negli Stati Uniti. Il primo mercato nazionale è quello tedesco, con uno sviluppo del 13 per cento, davanti a Francia e Gran Bretagna, rispettivamente con crescite del 12 e dell’8 per cento. Ottima la prestazione in Russia e in Australia, con sviluppi superiori al 30 per cento).