iten

Pmi, previsti nuovi finanziamenti

«Alle piccole e medie imprese italiane bisogna dare la possibilità di crescere fuori dai confini nazionali, in altri Paesi dove vi sono grandi opportunità commerciali nel quadro di una più solida applicazione del mercato unico europeo». Sono queste le parole del Commissario europeo per la Giustizia, i diritti fondamentali e la cittadinanza, Viviane Reding, pronunciate nel corso di un’audizione davanti alle commissioni Affari Costituzionali, Giustizia e Politiche Ue di Camera e Senato. «L’81% dell’occupazione in Italia deriva dalle Pmi mentre nell’Ue il dato si attesta intorno al 66%, per questo è importante, maggiormente in Italia, offrire la possibilità di investire all’estero» ha aggiunto la Reding.

Intanto, in Italia, continuano le iniziative degli enti locali per dare ossigeno proprio alle Pmi. La Camera di Commercio di Pordenone ha reso nota la decisione di stanziare nuovi fondi a favore delle imprese della provincia. Il bando, che sarà pubblicato a breve, prevede lo stanziamento di risorse fino a 2 milioni di euro, finalizzate a promuovere lo sviluppo e l’innovazione delle aziende. Anche la regione Basilicata ha annunciato la prossima attivazione di un bando a favore delle imprese, finalizzato alla concessione di incentivi per coprire i costi degli investimenti effettuati. Nei prossimi tre mesi saranno stanziati fondi alle Pmi con la formula del credito di imposta, che potranno essere usati per acquistare beni, impianti, macchinari, ma anche brevetti e licenze. In Veneto, la Commissione industria, artigianato, commercio del Consiglio regionale ha dato parere favorevole al provvedimento di Giunta finalizzato ad incrementare l’accesso, da parte delle Pmi, ai finanziamenti agevolati con i Fondi di rotazione istituiti presso Veneto Sviluppo. Per le imprese di settore vengono quindi previste condizioni più favorevoli per l’accesso al credito.