iten

Romania: prima nazione in Europa per il mercato del mais

La Romania ha esportato nel 2015 circa 3 milioni di tonnellate di mais, un incremento del 5% più alto rispetto a quello degli ultimi cinque anni. Lo riferisce una nota indagine Confagricoltura.

Circa il 64% dei 4 milioni di tonnellate di mais che l’Unione Europea ha esportato proviene dal Paese.

Dal 2010 la Romania ha guadagnato step by step posizioni nella classifica dell’export di mais dell’UE, fino ad arrivare a un’ottima posizione e a mantenerla per anni.

Nel 2013 il 40% del totale della produzione proveniva dal Paese balcanico ed i suoi principali partner commerciali erano Cina, Turchia, Libano, Libia ed Egitto. La Romania si deteneva il mercato del mais con la Francia, che aveva ottenuto il 30% delle esportazioni dell’UE, seguita dalla Bulgaria con il 15% del mercato delle esportazioni e dall’Italia (5%).

L’incremento è avvenuto grazie a una maggiore domanda di cereali e legumi da parte dei paesi dell’europa dell’Est, dall’altra la Francia, il secondo maggiore esportatore europeo, ha visto un calo delle esportazioni dei prodotti agroalimentari del 6%.

La destinazione principale del mais europeo rimane la Turchia, in Asia la richiedono in particolare in Cina, Corea e Giappone. L’Africa richiede circa 80 milioni di tonnellate l’anno (in particolare la Libia, l’Egitto e il Sud Africa).