iten

Tutto Food, una finestra sul mondo con EGO International Group

Confermando la propria costante attenzione sui principali eventi internazionali legati all’innovazione, alle opportunità internazionali e alla valorizzazione del Made in Italy, EGOInternational Group ha confermato la propria visita partecipativa a TuttoFood 2015, la fiera internazionale del food & beverage, organizzata da Fiera Milano dal 3 al 6 maggio 2015.

Giunta oramai alla sua quinta edizione, la manifestazione biennale aprirà i battenti a due giorni dall’inaugurazione di Expo 2015, fornendo un’occasione di visibilità e di confronto a oltre 2.500 aziende internazionali, provenienti da tutti i principali settori del comparto alimentare. Non solo: l’opportunità di Tutto Food è altresì una ghiotta vetrina per potersi presentare in maniera sinergica e integrata nelle altre occasioni globali di promozione. Non è certamente un caso che Tutto Food abbia stretto fondamentali collaborazioni nei confronti di altre manifestazioni internazionali di settore, e che – tra di esse – spicchi la Food Hospitality World India, tenutasi a Mumbai tra gli scorsi 22 e 24 gennaio.

A proposito di India, come dimostra il recente successo conseguito da Ego International Group alla precedente Hannover Messe (dove l’India era il main country partner), ricordiamo altresì che il subcontinente indiano rappresenterà – anche in ottica Tutto Food – una delle destinazioni sulle quali le imprese italiane farebbero bene a concentrare la maggiore e più peculiare attenzione.

Come ricordato dalla stessa Fiera Milano, l’India è un mercato in cui il clima di fiducia connesso all’ avvio delle riforme fa ben ritenere come la crescita del Pil possa attestarsi intorno al 6,5% nel corso dell’attuale biennio, con il subcontinente che si confermerà come una delle economiche più dinamiche al mondo (ed oggi, in tal senso, ampiamente propensa al consumo di prodotti alimentari stranieri). Come se quanto sopra non fosse sufficiente ad accendere la dovuta attenzione sui pregi propri del mercato del Paese asiatico, sia sufficiente aggiungere come la popolazione indiana spenda in media il 57% del reddito familiare in acquisti legati all’export food e all’ospitalità, e come il ministero del turismo indiano abbia approvato quasi 800 nuovi progetti alberghieri in tutto il Paese, con investimenti utili per introdurre nuovi brand (anche italiani) nel settore.

 

Alla luce di quanto sopra, se desiderate ottenere maggiori informazioni sulle opportunità che i mercati globali possono riservare alle piccole e medie imprese italiane che vogliono fare export nel food, e se desiderate altresì confrontarvi con il nostro staff, non vi resta che contattare i consulenti EGO International Group in visita a Tutto Food, all’indirizzo di posta elettronica marketing@egointernational.it