iten

Dazi Trump e gli effetti sull’export italiano

Dopo un periodo di stallo in cui i dazi Trump su acciaio ed alluminio sono stati messi in stand by per dar spazio al dialogo e ad un accordo commerciale, dal 1 Giugno 2018 sono entrati in vigore anche per Messico, Canada e UE.

I dazi su acciaio ed alluminio sono rispettivamente del 25% e del 10%. Nel periodo in cui era necessario trovare un accordo per evitare quella che può definirsi una “Guerra Commerciale”, questo non è stato trovato e i dazi Trump sono entrati in vigore. Lo stesso segretario americano Ross ha dichiarato che le trattative per trovare un accordo sarebbero potute proseguire anche con i dazi in vigore. Affermazione che non ha trovato riscontro con i leader europei che definiscono i dazi imposti dall’ amministrazione Trump “un errore” e “Illegali”.

La reazione dell’Europa ai dazi Trump

Per questo l’Unione europea ha già messo le mani avanti dichiarando che avrebbe contrastato le decisioni americane con azioni commerciali di pari misura.

Macron, il presidente francese e maggior esponente di questa battaglia, in occasione di un incontro telefonico con Trump, lo ha esortato ad attivare negoziati con le altre potenze mondiali in modo da rafforzare l’organizzazione mondiale del commercio. Secondo gli esponenti europei,  sulla base delle regole stilate all’interno del WTO per le tariffe, queste non sono state rispettate, per questo l’UE giudica illegali i dazi imposti dall’America.

I dazi Trump quali conseguenze avranno per l’export italiano?

Anche l’Italia rientra tra i paesi che producono i beni verso i quali Trump ha imposto i dazi. Questo vuol dire che dovremo attrezzarci per proteggere l’Italia e le sue relazioni con gli USA.

Quello che può colpire maggiormente l’Italia è l’allargamento della guerra commerciale anche su altri settori come: l’automotive. Questo settore, infatti, da sempre ci permette di intrattenere proficui rapporti con l’America.

Per questo è necessario procedere con contromisure che tutelino l’Unione Europea e tutte le nazioni al suo interno.

Secondo le recenti dichiarazioni saranno colpiti i primi prodotti americani d’eccellenza come: moto, jeans e bourbon.

Ora non rimane che attendere il G7, la prossima settimana, per comprende se e quali accordi saranno raggiunti all’interno del summit.

Hai bisogno di aiuto?

Saremo felici di aiutarti. Contattaci subito

Iscriviti alla Newsletter

Apri le porte a nuovi mercati. Contattaci subito.

Headquarters

Al odaid office tower

MFG Supply S. Ltd

5 Penn Plaza

Moscow Nordstar Tower

Hanover Podbi 333 Center