iten

Esportare prodotti italiani: gli ultimi dati tendenziali

Esportare prodotti italiani nella seconda parte dell’anno non è stato così semplice, si è registrato qualche calo, ma dal mese di ottobre la rotta per i mercati esteri sembra essere più dritta che mai.

L’Istat riferisce, infatti, che le esportazioni di prodotti italiani stiano crescendo del 2.5% rispetto al mese precedente e del 9.6% su base annua. E’ questo l’aumento migliore su tutto l’anno in corso.

Contribuiscono al risultato i paesi extra-UE che segnano un rialzo di +11.5% e un altrettanto soddisfacente +8.1% di quelli europei.

Esportare prodotti italiani: periodo Gennaio-Ottobre 2018

In questo periodo, dopo una seconda metà dell’anno incerta, si è registrata una crescita diffusa ai maggiori paesi di sbocco. Segnaliamo Francia con un progresso del 4.6% , Germania con quasi un aumento pari a 8 punti percentuali così come la Spagna.

La crescita tendenziale dell’ultimo periodo è dovuta a settori specifici come:

  • Metalli di base e prodotti in metallo
  • Mezzi di trasporto (autoveicoli esclusi)
  • Articoli farmaceutici, chimico-medicinali e botanici
  • Apparecchi elettrici
  • Articoli in pelle (escluso abbigliamento e simili).

Ottobre è un mese piuttosto proficuo e di grande crescita, porta infatti, nelle aziende 43.7 miliardi di euro, quasi 4 in più rispetto al 2017.

Il confronto con il resto d’Europa determina l’Italia in linea con le medie complessive, mentre all’inizio dell’anno i nostri tassi di crescita sono inferiori. Strascico di un inizio e una metà dell’anno all’insegna dei rallentamenti.

Esportare prodotti italiani: Brescia corre da sola

Le esportazioni di Brescia sono state sempre in aumento. Tra giugno e settembre infatti il valore delle merci vendute si è attestato in aumento del 6.7% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Brescia quindi, tocca il record storico dell’export: nei primi 9 mesi dell’anno le vendite hanno generato un valore di 12.6 miliardi di euro con un tendenziale in positivo del +8.2% superiore allo stesso lombardo (+5.1%) e italiano (3.1%).

I settori che hanno contribuito a far crescere Brescia in maniera esponenziale sono:

  • Apparecchi elettrici
  • Legno e prodotti in legno
  • Carta e stampa
  • Computer, apparecchi elettronici e ottici
  • Metalli di base e prodotti in metallo
  • Sostanze e prodotti chimici, articoli farmaceutici, chimico-medicinali e botanici

I mercati che richiedono maggiormente i prodotti bresciani sono:

  • Brasile (+42.2%)
  • Stati Uniti (+16%)
  • Paesi Bassi (+18.5%)
  • Belgio (+11.9%)
  • Germania (+10.1%)
  • Regno Unito (+9.9%)

Il made in Italy, dunque, rialza la testa e inverte la rotta segnando una crescita soddisfacente. Ora non rimane che attendere la fine del 2018 per tirare le somme dei risultati ottenuti e continuare su questa strada di crescita anche per il nuovo anno.

Hai bisogno di aiuto?

Saremo felici di aiutarti. Contattaci subito

Iscriviti alla Newsletter

Apri le porte a nuovi mercati. Contattaci subito.

Headquarters

Al odaid office tower

Cavendish Square 33

5 Penn Plaza

Moscow Citydel

Hanover Podbi 333 Center